Mobility Dog®

La Mobility Dog® è una disciplina non agonistica e non competitiva aperta a tutti i binomi cane-conduttore.
Nata in Svizzera negli anni ’90, si è diffusa in tutto il nord Europa ed è divenuta un ottimo strumento per l’inserimento e l’integrazione del cane nella società.
E’ riconosciuta a livello nazionale dal FICSS- CONI.

Gli obiettivi dal punto di vista del cane sono quelli di migliorare la motricità dell’animale e la sua consapevolezza corporea, aumentare l’autostima e l’autoefficacia, allargare il piano prossimale d’esperienza ovvero insegnare al cane conoscenze nuove che tornano utili nella vita in generale, favorire la flessibilità cognitiva e la capacità di apprendere, implementare la capacità del cane di concentrarsi e prestare attenzione, collaborare con il proprio compagno umano.

Dal punto di vista umano lo scopo è quello di incrementare la propria abilità comunicativa nella gestualità del corpo, lavorare in sinergia con altri obiettivi educativi quali possono essere le problematiche comportamentali, aumentare la relazione in generale con il proprio cane e la qualità di vita della coppia.

La Mobility Dog® consiste nell’affrontare una serie di prove con gradualità e tranquillità all’interno di una cornice ludica e positiva.

I tipi di attrezzi utilizzati sono in parte attrezzature simili a quelle impiegate nell’agility, anche se di misure differenti (ad esempio il salto, la palizzata, il salto nel pneumatico, il tunnel rigido, il tunnel morbido, la passerella) più altri tipi di prove quali l’ incontro con il giudice, lo slalom, la scaletta, il carretto, il podio, il tavolo con i nastri, l’ esercizio dell’ombrello, l’altalena, il ponte sui bidoni, la superficie ondulata, il portare un oggetto, l’ aspetta tranquillo. Le prove possono tuttavia anche essere inventate  e svolte in altri contesti, pertanto non è necessario avere un campo attrezzato; la Mobility può essere fatta per esempio in casa, utilizzando sedie, tavoli ecc.

Certamente è più bello praticarla all’aperto sfruttando quello che si trova per strada, camminando in un contesto urbano  o passeggiando nel bosco, valendosi delle risorse naturali. In questo modo si va ad intensificare ancora di più la dimensione di relazione, la passeggiata diventa così un momento di condivisione di emozioni positive che fanno bene non solo al cane ma anche al proprietario.

Analizzando nello specifico le varie attrezzature da Mobility Dog®, per quel che riguarda la categoria ponti, come la palizzata, la scaletta, le  superfici varie ecc.  il cane incrementa la capacità di salire su qualcosa, di percorrere un tratto sopraelevato, di conoscere superfici diverse e inusuali, di stare in equilibrio.
Tutto ciò può tornargli vantaggioso nella  sua vita quotidiana. Pensiamo ad esempio a quanto sarebbe problematico per un cane che vive in città non saper fare delle scale che incontra per strada o attraversare un ponticello o di mettere le zampe sopra le grate.

Nella categoria salti, tipo ostacolo, podio ecc.  il cane acquisisce la competenza di balzare sopra qualcosa, di superare un ostacolo e di saltare dentro qualcosa; utile per insegnare al cane ad esempio a salire in auto.

Nella categoria tunnel  es. tunnel rigido, tunnel con sacco, tavolo con nastri,  il cane impara a entrare in un luogo angusto e buio, e quindi ad aver fiducia in sé stesso oltre che nel proprietario.

Negli ostacoli mobili, carretto e altalena, si migliora l’abilità di equilibrio, la fiducia, la consapevolezza del corpo e la sicurezza in sé. Può servire per insegnare al cane a non temere di prendere un ovovia, un ascensore, o le scale mobili.

L’incontro con il giudice testa la socialità del cane e dunque la capacità di stare nelle relazioni sociali. L’esercizio dell’ombrello aiuta l’animale a non temere movimenti bruschi e improvvisi. Lo slalom migliora la capacità del proprietario di usare il linguaggio del corpo, primo canale di comunicazione con il cane. L’“aspetta tranquillo” serve per insegnare al cane a stare tranquillo anche quando il proprietario si allontana e sparisce dalla vista. Il trasporto dell’oggetto incrementa l’abilità di sapere trasportare qualcosa e aumenta la motivazione collaborativa cane-proprietario.

Tutti i cani, con le dovute accortezze e i dovuti tempi, possono essere in grado di superare i vari ostacoli, non è necessario avere un cane propriamente ‘addestrato’, perché quello che conta è saper comunicare correttamente con lui attraverso un linguaggio corporeo chiaro ed efficace. Così si diverte il proprietario e soprattutto il cane, il quale ha modo di vivere un’esperienza positiva insieme al proprio compagno umano.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi